Slider

Guardare e suonare: al Museo degli Strumenti di Roncegno Terme, si fa musica dal vivo

Ingresso del Museo degli Strumenti Musicali PopolariUn museo speciale per scoprire gli strumenti del mondo anche suonandoli dal vivo. Attività, laboratori per famiglie e un inedito e curioso Giardino musicale.

Adatto ai bambini di tutte le età Accesso disabili

Ingresso del Museo degli Strumenti Musicali PopolariUn museo speciale per scoprire gli strumenti del mondo anche suonandoli dal vivo. Attività, laboratori per famiglie e un inedito e curioso Giardino musicale.

Adatto ai bambini di tutte le età Accesso disabili

descrizione

Panorama del Museo Strumenti Musicali Popolari

Cos'è

ll Museo, nato nel 2011 e gestito dal Coro S. Osvaldo di Roncegno, ospita una esposizione di strumenti musicali popolari provenienti da cinque continenti. La peculiarità di questo Museo è che gli strumenti non solo possono essere ammirati, ma, se si sceglie la visita guidata, si possono toccare e suonare (ce ne sono di preziosissimi: un harmonium di fabbricazione francese del 1850 circa, un Setar dell'Azerbaijan, ed un Fortepiano del 1848).  Anche all'esterno del museo si "suona": una chiave di violino "verde" domina il giardino che raccoglie varie aree tematiche (Erbe aromatiche, roseto, frutteto, giardino fiorito), dove si può fare una piacevole sosta sulle panchine/pianoforte.

Nell'area Erbe Aromatiche ci si immerge nei profumi di menta (5 varietà) rosmarino, origano, timo, salvia, erba cipollina, maggiorana, prezzemolo, accompagnati dalla lavanda viola e si può ascoltare il suono dell'Ufo Armonico. Nel Frutteto (con meli, peri, ciligi, susini, albicocchi, fichi e uve ursine) c'è una collezione di scacciaspiriti per sentire il suono del vento e nella parte sottostante si può ascoltare il suono del gregge al pascolo, suonare i piccoli animaletti musicali, assaporare il fruscio del vento sulle canne di bambù.

Nel Giardino Fiorito, lungo il vialetto con oltre 70 specie di piante da fiore, è possibile suonare la Marimba, il Rombo di Tuono e i Bastoni della Pioggia, per immergersi nei suoni della Terra, a partire dallo strumento percussivo primordiale (le noci di cocco). Alla fine il Roseto vi accompagnerà al termine della visita alla parte esterna del Museo.

L'abbiamo scelto perché

Il Museo si rivolge ad ogni fascia d'età: è perfetto per appassionati di musica ma anche per chi non se ne intende molto. È un luogo ideale per le famiglie, anche con bambini piccoli, che vogliono trascorrere una giornata all'insegna del divertimento e delle scoperte: i bambini possono immergersi nella musica e conoscere strumenti musicali nuovi e suoni diversi che caratterizzano la cultura occidentale, orientale e africana.

Per i bambini

Dai fischietti di tutti i tipi compresi i richiami per gli animali, alle campane tibetane che "bollono" l'acqua; dall'esposizione interna al giardino musicale, è tutta una scoperta di suoni e forme strane (alcuni strumenti a loro sembreranno molto "curiosi"). Inoltre per i più grandicelli c'è la possibilità di partecipare a "La Notte al Museo", dalle 20.00  alle 9.00 del mattino successivo! Il programma della "nottata" è questo: i bambini prima costruiscono un piccolo strumento legato alla sala che visiteranno, e, dopo aver preso posto per la notte, sistemando i sacchi a pelo nel teatro, vengono accompagnati nella sala di riferimento. La sala che visitano è illuminata solo dalla luce delle candele, ed i ragazzi vengono bendati. In un primo momento infatti viene chiesto loro di ascoltare una storia a tema e di prestare attenzione al suono degli strumenti utilizzati per animare la lettura. Solo dopo hanno la possibilità di conoscere gli strumenti attraverso il tatto e infine viene effettuata la visita della sala, sempre alla luce delle candele.

Cose da sapere

Il museo organizza anche incontri musicali per donne incinte e neomamme (Musica in grembo) e corsi di musica dai 6 anni in su. E' possibile anche organizzare feste di compleanno dentro il museo, per un minimo di 15 partecipanti, al costo di 5€ a partecipante (3 ore di attività: visita guidata al Museo con possibilità di suonare gli strumenti musicali esposti; laboratorio di costruzione di strumenti musicali; ingresso gratuito per il/la festeggiato/a, mamma e papà; e animazione con attività ludica musicale).

Dove dormire per un weekend

Hotel Venezia. A Trento, a 500 metri dalla stazione, hotel 2 stelle con camere familiari in formula pernottamento e prima colazione. Ottimo rapporto qualità prezzo. Guarda le foto e prenota con Booking.

Il Casotto. Casa di campagna interamente in legno immersa nel verde delle campagne di Telve. Info e prenotazioni

Garnì. Rifugio di montagna con camere familiari con ristorante interno. Info e prenotazioni

Nei dintorni. Da non perdere il Museo degli Spaventapasseri, a Roncegno, presso il Mulino Angeli. Nelle sale è ospitata la mostra “Spaventapasseri” e oltre a una ricca collezione fotografica sono presenti 50 spaventapasseri originali finemente realizzati, con girandole, legni intagliati che riproducono figure umane e di animali che si rincorrono in un continuo di fantasia e giochi di colore.

gallery

  • museo_degli_strumenti_musicali_Bimbi
  • museo_degli_strumenti_musicali_aree_giardino
  • museo_degli_strumenti_musicali_giardino_musicale
  • museo_degli_strumenti_musicali_laboratori_musicali
  • museo_degli_strumenti_musicali_notte_al_museo
  • museo_degli_strumenti_musicali_panchina_pianoforte
  • museo_degli_strumenti_musicali_prove_strumenti
  • museo_degli_strumenti_musicali_strumenti_rari
  • museo_degli_strumenti_musicali_suonare

info

Apertura: dal martedì al venerdì : 10-12 e 15:30-18; sabato e domenica  10-12 e 15:30-19.

Fascia di prezzo: ingresso gratuito. Visita guidata 4€

Indirizzo: Località S. Brigida- Roncegno Terme- Trento

Tel: 345 871 4426

E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Website: www.museodellamusicaroncegno.it

Si trova qui: 

From Address:

prenota ora

Prenota la tua visita guidata:

345 871 4426 -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

crediti